lunedì 27 aprile 2009

le città invisibili







"Le città invisibili" di Calvino è perfetto come base da cui decollare per un progetto. Ogni città offre degli spunti per esplorazioni, narrazioni, esperienze creative e innesca altre idee...
soprattutto se si pensa ad un percorso sulla sinestesia, la percezione, lo stupore.. per es. www.teatropotlach.org

2 commenti:

costanza ha detto...

QUEL LIBRO è UNA MINIERA. CI HO LAVORATO QUALCHE ANNO FA, CON UN GRUPPO DI BAMBINI DI 10-11 ANNI: MI HAI FATTO VENIR VOGLIA DI RIPRENDERLO

cristina s. ha detto...

si, è molto bello..ci sto lavorando anch'io